ORECCHIO A CAVOLFIORE

08.02.2018

Praticando Jiu Jitsu e frequentando lottatori è comune sentire l'espressione "orecchie a cavolfiore". L'orecchio del lottatore riceve diversi tipi di pressione e soffre alcuni schiacciamenti durante l'allenamento e soprattutto durante una competizione sportiva. L'orecchio si deforma assumendo un formato simile al cavolfiore. Questo può accadere in diverse situazioni, durante l'uscita dal triangolo, dalla posizione di 100 kg, durante l'esecuzione di un passaggio di guardia e alle volte mentre si cerca di riporre la guardia, è usanza dire che il grado di sofferenza dell'orecchio dipende dalle quantità di lesioni subite durante gli anni di allenamento nel Jiu Jitsu.

Le contusioni nelle orecchie generano ematomi tra la cartilagine e la pelle, il sangue dell'ematoma che rimane, separa la pelle dalla cartilagine trasformando la forma dell'orecchio. In relazione alla protezione e alla integrità fisica dell'atleta che desidera allenarsi ma non vuole assolutamente avere le proprie orecchie trasformate, esistono in commercio varie aziende sportive che danno la possibilità di acquistare appositi para-orecchie garantendo, durante l'allenamento, la protezione delle stesse.
Intendo precisare che non sempre le orecchie si gonfiano e si trasformano a cavolfiore, in quanto dipende dalla tipologia di cartilagine che varia da persona a persona e dall'intesità dell'allenamento.


L'unico modo di correggere la lesione è drenare il sangue mediante una siringa, il ritardo di questo intervento comporterà la coagulazione del sangue tra la cartilaggine e la pelle esterna, pertanto la trasformazione dell'orecchio. Il problema non è esclusivamente estetico, all'inizio la lesione risulta essere abbastanza dolorosa e potrebbero accadere casi in cui le capacità uditive potrebbero diminuire, questo qualora si verificasse la chiusura dell'apparato uditivo.