HAI GIA' PASSATO I 30 ANNI? ECCO I 5 PEGGIORI ALIMENTI.

14.10.2018

Se hai più di 30 anni, potresti aver notato che alcune cose sono cambiate. Dopo aver mangiato noterai che non riesci a digerire tutto come prima ed inoltre con l'avanzare dell'età diventa più difficile perdere peso e persino mantenere un peso sano.
E se con l'età arrivano alcuni chili in più, allora possiamo descrivere una lista di "problemi" che cominciano ad apparire.
- Malattie croniche non trasmissibili: sono quelle malattie che abbiamo sviluppato in anni di cattive abitudini. Diabete di tipo 2, ipertensione, cardiopatie, problemi respiratori e molti altri che possono essere evitati con buone abitudini alimentari e pratica di un regolare esercizio fisico.
- Bassa libido: la diminuzione dei tassi ormonali sia negli uomini che nelle donne è naturale, tuttavia, gran parte di questo fattore è associato a cattiva alimentazione, consumo eccessivo di grassi saturi e zuccheri, fumo e consumo eccessivo di bevande alcoliche.
- Perdita di massa magra: la perdita di massa magra influenza non solo la sensazione di una mancanza di forza fisica ma anche la resistenza nell'allenamento, nel recupero fisico che diventa sempre più lento.
- Necessità di routine e sonno di qualità: con l'età, abbiamo sempre più bisogno che il nostro corpo funzioni come un "orologio". Non esistono frasi come "gli uomini anziani sono pieni di manie" perchè è naturale, in quanto iniziano ad organizzare una routine in modo che l'organismo funzioni meglio e si riprenda più velocemente.


5 PEGGIORI ALIMENTI PER TUTTI COLORO CHE HANNO PIU' DI 30 ANNI.
1. Grassi "cattivi"
I grassi trans (trovati in biscotti trattati), grassi vegetali idrogenati (che si trovano praticamente in ogni tipo di pane, pane tostato e salsa industrializzata), l'eccesso di grassi saturi (che si trovano nella carne grassa, carne rossa e in particolare salsicce).
Questi tipi di grassi oltre a danneggiare i livelli di colesterolo e trigliceridi sono i precursori di un insieme di problemi metabolici che ne derivano a cascata. Inoltre gli studi hanno dimostrato che il consumo eccessivo di grassi associata ad una scarsa assunzione di carboidrati è uno dei fattori aggravanti del ​​declino del testosterone negli uomini dopo i 30 anni (associata a disturbi di sovrappeso e metabolici).
2. Zucchero
I carboidrati sono nutrienti essenziali e necessari così come lo zucchero, ma il consumo indiscriminato di prodotti trasformati, ricchi di zucchero come cioccolato, caramelle, barrette di cereali, crackers, pane e pasta possono essere la ragione per la quale ci si sente così stanchi oltre a sviluppare un continuo senso di golosità verso questi cibi.
Lo zucchero controlla l'ormone chiamato insulina che, tra l'altro è la chiave di molti processi importanti, uno dei quali è la formazione delle cellule adipose, quindi se l'assunzione  di cibi presenta una quantità di zuccheri elevata, si produrranno livelli molto elevati di insulina, pertanto è facile capire perché non si è in grado di perdere peso.
Inoltre, il consumo eccessivo di zucchero è anche associato ad un calo dei livelli di testosterone, ad un'aumentata incidenza di ipertrigliceridemia e ad un aumento del grasso nel fegato.

3. Prodotti a base di soia.
Anche se ricco di proteine ​​e molto nutriente, per la maggior parte delle persone, soprattutto uomini, non è una buona scelta nutrirsi con prodotti a base di soia in quanto aumentano la produzione di estrogeni ossia dei normali ormoni femminili.

4. Bevande alcoliche
Non stiamo parlando del bicchiere di vino a cena con la famiglia o gli amici di tanto in tanto.
Il consumo di alcool che può causare problemi reali è quello che accade con una frequenza continuativa senza inoltre tener conto delle quantità che si consuma.
L'alcool è altamente calorico e non ha alcun valore nutritivo, così quando si consuma alcool, tutto quello che mangiamo è trasformato in grasso.
Inoltre il consumo regolare di bevande alcoliche è uno dei fattori ossidanti (invecchiamento accelerato), ed è un fattore di rischio per le malattie epatiche, aumenta l'ipertrigliceridemia e il colesterolo ed è dannoso per i livelli di testosterone che è considerato un fattore aggravante per l'infertilità.


5. ECCESSO, in generale!
Mangiare un hamburger con cipolle fritte e una birra non uccide nessuno, il problema è la frequenza ossia ogni quanto vi nutrite con questi cibi? Il segreto della longevità e della salute mentale e fisica è trovare un buon equilibrio all'interno di una routine. 

Ascolta il tuo corpo e le tue esigenze e trova il modo ideale per essere sano.
In sostanza, dobbiamo praticare esercizi che ci rendono felici, adottare abitudini alimentari sane ed evitare le abitudini e gli ambienti che sono tossici.


JIU JITSU PER TUTTI